Il Senso Vero
Le pantofole sotto la sponda del letto fermano i miei passi.
E' la vita stanca. La pigrizia del tempo che trascorre quando si inerti, quando tutto vuoto.
Non mi muovo, cerco ugualmente le cose nella mia mente, ma stanca.
Vedo cose uguali.
I vestiti blu.
La strada grigia.
Le scarpe nere.
La monotonia...
Poi vedo correre gli altri indaffarati.
Vedo muovere in fretta le cose e non trovo il senso.
Senz'altro c', ma fuori, da qualche altra parte, non in questa stanza.
Si, ma dov' il senso?
Poi una voce mi chiama. E' Anna, lei si gi alzata. Anna mi chiama.
C' pronto un caff. Lascio la stanza dei foschi pensieri ed entro in cucina.
La luce.
La radio.
Il profumo e un bacio.
Come vicina la vita. E si dimentica che basta una carezza...
una carezza infinita: il senso vero della vita.

Giorgio Boratto

TORNA